Come abbiamo fatto la pace con i conflitti

Slide del seminario esperienziale "Fare la pace con i conflitti" del 18 novembre 2017.

Un autunno solare quello che ci ha accolto il 18 novembre scorso presso l’agriturismo “Brusignone” di Besana in Brianza per il seminario esperienziale sulla gestione dei conflitti. Cielo terso, sole caldo e aria frizzante hanno esaltato l’atmosfera rilassata dell’azienda agricola: lasciata la strada principale grazie a una laterale a tratti sterrata, in pochi minuti si raggiunge il complesso del “Brusignone”, ma è come entrare in un nuovo mondo in cui il tempo scorre più lento. Il contesto era ideale per provare davvero a fare la pace con i conflitti.

Agriturismo "Brusignone", il contesto ideale per provare davvero a fare la pace con i conflitti.

La giornata si è svolta come da programma, alternando all’esposizione teorica di Francesca (professional counselor) alcune parentesi di esperienza corporea guidate da Stefania (insegnante del Metodo Feldenkrais®). In questo modo il conflitto è stato attaccato su tutti i fronti, quello della mente e quello del corpo, consentendo di sentire quanto ci può appesantire, quanta parte abbiamo nel suo svolgersi e quante soluzioni si possono mettere in campo per poterlo apprezzare e risolvere. E poi non tutti funzioniamo allo stesso modo, per cui ciascuno deve trovare il canale più efficace per prendere consapevolezza delle proprie dinamiche.

Il pranzo a buffet ha consentito di amalgamare la dozzina di partecipanti provenienti dall’area milanese, piacentina e bergamasca e ha posto le basi per l’attività di laboratorio proposta da Francesca nella sessione pomeridiana. La possibilità da parte di ciascuno di definire il proprio grado di coinvolgimento ed esposizione rispetto all’argomento specifico ha aperto le porte a un clima disteso, ottima premessa per il confronto a coppie in cui si è declinato il laboratorio.

Agriturismo "Brusignone", sede del seminario esperienziale "Fare la pace con i conflitti".

A conclusione della giornata, uno scambio estemporaneo “a cuore aperto” rispetto al tema dei conflitti: quando il tema è “caldo”, la disponibilità da parte delle conduttrici a rispondere a domande e perplessità si trasforma con spontaneità nell’occasione per osare di più e proporre esempi concreti, attinti dall’esperienza di ciascuno, e cercare consigli…

Jodorowski: provocazione, guarigione e mistero

Locandina della serata di approfondimento su Jodorowski

Il pesce volante è decollato.

Giovedì 26 ottobre 2017, Paolo Stecca ha raccontato a una dozzina di curiosi la storia di Alejandro Jodorowski con l’obiettivo di farne conoscere l’attività e di metterne in luce gli elementi chiave.

Una serata informale, ricca di contenuti multimediali e guidata dal desiderio di far conoscere senza influenzare. Perché Jodorowski non è una figura delicata, al contrario una personalità che ha scelto una strada di immagini forti e violente e priva di protezione comunicativa; di fronte a questa figura la reazione emotiva è inevitabile e ciascuno deve essere libero di individuare il proprio sentire e aderirvi.

Jodorowski è una persona che parla dall’alto di un’esperienza di vita di più di ottant’anni, passata tra teatro, cinematografia, scrittura di libri e sviluppo di tecniche di guarigione. Psicomagia, metagenealogia e lettura dei tarocchi (che non ha nulla a che vedere con la figura delle cartomanti) sono i percorsi in cui ha incanalato la propria esperienza personale per farne strumento alla portata di tutti.

Nessuna pretesa di poter affrontare tutte le sfaccettature di questo artista- pensatore nel corso di un’unica serata, al contrario ci auguriamo che l’intervento di Paolo Stecca sia il primo di una serie che possa approfondire singoli aspetti o inquadrare la figura di Jodorowski nel contesto più ampio della storia del pensiero.

Seminario esperienziale: facciamo la pace con i conflitti

I conflitti non si possono eliminare: fanno parte della vita e delle relazioni di tutti noi

I conflitti non si possono eliminare: fanno parte della vita e delle relazioni di tutti noi. Tanto vale, quindi, provare a conoscerli meglio o, persino, a farci pace.

Se li si guarda da una prospettiva diversa ci si potrebbe addirittura accorgere che i conflitti sono grandi opportunità di cambiamento e di crescita.

In una giornata Francesca, diplomata in counseling professionale, e Stefania, insegnante del Metodo Feldenkrais®, ci aiuteranno:

  • a capire che cosa sono i conflitti;
  • a riconoscerli e percepirli;
  • a gettare le basi per una loro gestione produttiva e positiva.

 

Il seminario, in programma per sabato 18 novembre 2017, avrà inizio alle ore 10 e si concluderà alle 17.30.

Momenti didattici si alterneranno ad altri esperienziali e di confronto.

A fare da cornice il verde brianzolo dell’Agriturismo “Il Brusignone”: avremo a disposizione una sala dedicata e, incluso nella quota di iscrizione, sarà compreso il pranzo preparato dall’agriturismo. 

PRENOTAZIONE NECESSARIA entro il 13 NOVEMBRE scrivendo a:  info@ilpescevolante.it

Trovi tutti i dettagli sulla locandina che puoi scaricare QUI.